Economia

Promuovere l’integrazione economica nei Balcani occidentali

L’International Finance Corporation (IFC) e l’Unione Europea hanno firmato il primo progetto volto ad affrontare le principali questioni di sviluppo individuate nel Piano economico e di investimenti (PEI) finanziato dall’UE per i Balcani occidentali 2021-2027, che sarà attuato attraverso il Quadro per gli investimenti nei Balcani occidentali (BIF).

Questi progetti si concentreranno su energie rinnovabili, cambiamenti climatici e un settore privato più forte. Il loro obiettivo è promuovere l’integrazione economica regionale, sostenere l’economia verde, le energie rinnovabili e la digitalizzazione, nonché le riforme necessarie per avanzare nel percorso di adesione all’UE.

Il primo progetto nell’ambito di questa partnership mira a favorire il progresso nel campo della decarbonizzazione e migliorare l’efficienza delle risorse dei parchi industriali in tutta la regione. La diagnosi preliminare sarà seguita dall’implementazione di quattro progetti pilota per parchi industriali in Serbia, Bosnia-Erzegovina, Macedonia del Nord, Montenegro, Kosovo e Albania.

L’IFC, insieme alla World Bank (WB), è l’istituzione finanziaria internazionale che ha recentemente aderito al KIBP, creando una partnership di grande importanza per sostenere l’attività del settore privato nella regione, la gestione delle questioni di emergenza dello sviluppo, creare posti di lavoro e garantire la sostenibilità a lungo termine.

Katarína Mathernová, vicedirettore generale della direzione generale per i negoziati di vicinato e di allargamento della Commissione europea e presidente del KIBP, ha accolto con favore la firma del primo accordo di cooperazione con l’IFC attraverso il KIBP, affermando: “La firma di oggi segna un risultato importante. Consolida formalmente il partenariato della Commissione europea e dell’IFC nei Balcani occidentali attraverso il KIBP e crea opportunità di investimento pubblico e privato per facilitare la transizione energetica dei parchi industriali inquinati”.

Altri progetti previsti mirano a mobilitare strumenti finanziari garantiti per le aziende agroalimentari in grado di offrire credito, consentendo la tanto necessaria modernizzazione del settore, la trasformazione digitale e migliorando le capacità degli intermediari finanziari sulle questioni relative ai cambiamenti climatici, consentendo loro di estendere la loro portata a Micro, Piccole e Medie Imprese (PMI).

“Siamo orgogliosi del nostro forte partenariato con l’UE nei Balcani occidentali. Questa è una regione in cui vediamo un enorme potenziale per accelerare la crescita economica e migliorare la vita delle persone aiutando il settore privato”, ha affermato Alfonso Garcia Mora, Vicepresidente IFC per Europa, America Latina e Caraibi. “I nostri progetti basati su questa partnership contribuiranno a creare opportunità di investimento nella regione, aumentare la competitività e migliorare le capacità di far fronte agli impatti del cambiamento climatico”.

KIBP fornisce finanziamenti per la preparazione e l’attuazione di progetti infrastrutturali prioritari, comprese le risorse dello strumento di assistenza preadesione (IPA) della Commissione europea, 20 donatori bilaterali, prestiti da istituzioni finanziarie internazionali e finanze nazionali.

Per informazioni sull’Albania e consulenze gratuite su contabilità, tassazione, diritto del lavoro, investimenti, internazionalizzazioni, delocalizzazioni, ricerca, selezione e formazione delle risorse umane, immobili, trasferimenti di residenza, certificazioni, non esitate a contattarci:

info@italian-network.net

+39 0808806237 Voip (gratuito)

Skype:italian.network
https://www.italian-network.net/
https://albaniainvestimenti.com/

https://www.jobinalbania.com/

https://albaniaimmobiliare.com/

Roberto Laera

Roberto Laera È laureato in Scienze Aziendali presso l’Istituto Superiore di Finanza e Organizzazione Aziendale di Milano, con circa 20 anni di esperienza nell’ambito della consulenza aziendale, organizzativa risorse umane, della formazione. È senior consultant di numerose aziende nazionali e internazionali. Ha lavorato tra le altre per George S. May, Telecom Italia Learning Services, Bosch. Dal 2008 amministratore unico di IN Italian Network Sh.p.k. e Albania Investimenti Sh.p.k. con sedi a Tirana in Albania e Bari in Italia, offre consulenza all’internazionalizzazione delle imprese, fiscale, finanziaria e servizi fiduciari. È professore a contratto della Facoltà FASTIP dell’Università Aleksander Moisiu di Durazzo per la materia di “Introduction to Business”. È componente del Advisory Board dell’Università Nostra Signora del Buon Consiglio di Tirana. È delegato per l’Albania di ASSORETIPMI. È referente per i rapporti istituzionali per l’Italia dell’Albania Development Fund
Follow Me:

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: