Incentivi e agevolazioni Normativa fiscale

Il governo albanese dà contanti per la crisi!

Il governo albanese ha approvato un pacchetto di 7 misure per far fronte all’aumento dei prezzi che stanno affrontando i cittadini albanesi. L’elenco delle misure include l’erogazione diretta di denaro tramite iniezione diretta o tagli alle tasse, al fine di mitigare l’aumento dei prezzi. Nell’elenco delle misure c’è l’indicizzazione di 1 migliaio di lek per le pensioni per 637 mila pensionati. Inoltre, per 434mila beneficiari di assistenza economica ci saranno ulteriori 3mila lek. Per i salari che funzionano, entrerà in vigore anticipatamente il cambio dell’imposta sul salario, dove gli stipendi fino a 40mila lek non avranno l’imposta, mentre quelli con uno stipendio superiore a 50mila lek ne avranno la metà. Per gli stipendi alti, oltre i 150mila lek ci sarà la riduzione delle tasse.

Inoltre, è stato aumentato il fondo per il rifornimento di energia per famiglie e imprese e per gli agricoltori è stato aumentato di 5 miliardi il fondo per il sostegno al petrolio esentasse.

Pacchetto di resistenza sociale in sette punti

1- 3,6 miliardi di ALL o 36 milioni di dollari, per l’indicizzazione immediata delle pensioni. Questa misura si rifletterà nella prossima pensione di 673.542 pensionati.

2- Per 434mila beneficiari, l’aumento dei prezzi del paniere sarà compensato con lek in contanti, che sulla base del calcolo INSTAT è del 7% o aumentato rispetto al consumo medio calcolato prima dello shock, è di 25mila lek.

Il governo darà 3000 lekë, per 3 mesi consecutivi, per le seguenti categorie:

-Pensionati che percepiscono meno della metà del salario minimo

-Pensionati di invalidità

-Pensionati che vivono da soli

-Persone con disabilità, paraplegici, tetraplegici o non vedenti

-Tutte le famiglie attualmente in regime di assistenza economica

3- Il sostegno agli olivicoltori esentasse passerà a 1,4 miliardi o 14 milioni di dollari, con un ulteriore plus di 5 milioni di dollari che verrà versato immediatamente.

4 – Il governo sosterrà tutti gli albanesi che utilizzano linee urbane, urbane e interurbane, versando subito 500 milioni ALL o 5 milioni di dollari, per pagare la differenza del prezzo del biglietto, in modo che nessun passeggero venga influenzato dalla variazione di prezzo.

5 – Ci avviciniamo a due mesi prima dell’entrata in vigore della legge sulla riduzione dell’imposta sugli stipendi fino a 40 mila lekë, sul dimezzamento dell’imposta sugli stipendi fino a 50 mila lekë, nonché sulla riduzione delle l’imposta sugli stipendi da 1,5 a 2 milioni di lek.

Queste misure di mitigazione si rifletteranno sugli stipendi di aprile e andranno a beneficio di 360mila dipendenti.

Il numero dei dipendenti in Albania che pagano zero tasse sullo stipendio, raggiunge nella regione il 56%!

6 – Due mesi prima dell’entrata in vigore della legge sul salario minimo, che ad aprile diventerà 320mila.

7 – Aumento di 20 miliardi di nuovi lek o 200 milioni di dollari, finanziando lo scudo del prezzo dell’energia per i consumatori domestici e le piccole imprese.

Per informazioni sull’Albania e consulenze gratuite su contabilità, tassazione, diritto del lavoro, investimenti, internazionalizzazioni, delocalizzazioni, ricerca, selezione e formazione delle risorse umane, immobili, trasferimenti di residenza, certificazioni, non esitate a contattarci:

info@italian-network.net

+39 0808806237 Voip (gratuito)

Skype:italian.network
https://www.italian-network.net/
https://albaniainvestimenti.com/

https://www.jobinalbania.com/

https://albaniaimmobiliare.com/

Roberto Laera

Roberto Laera È laureato in Scienze Aziendali presso l’Istituto Superiore di Finanza e Organizzazione Aziendale di Milano, con circa 20 anni di esperienza nell’ambito della consulenza aziendale, organizzativa risorse umane, della formazione. È senior consultant di numerose aziende nazionali e internazionali. Ha lavorato tra le altre per George S. May, Telecom Italia Learning Services, Bosch. Dal 2008 amministratore unico di IN Italian Network Sh.p.k. e Albania Investimenti Sh.p.k. con sedi a Tirana in Albania e Bari in Italia, offre consulenza all’internazionalizzazione delle imprese, fiscale, finanziaria e servizi fiduciari. È professore a contratto della Facoltà FASTIP dell’Università Aleksander Moisiu di Durazzo per la materia di “Introduction to Business”. È componente del Advisory Board dell’Università Nostra Signora del Buon Consiglio di Tirana. È delegato per l’Albania di ASSORETIPMI. È referente per i rapporti istituzionali per l’Italia dell’Albania Development Fund
Follow Me:

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: