Albania investimenti Analisi di mercato

Il check-up per internazionalizzare

Ogni giorno riceviamo richieste da aziende che vorrebbero approcciarsi al mercato dei balcani in generale e più in particolare dell’Albania, grazie a numerosi vantaggi.

L’Albania ad oggi è considerata dagli imprenditori un luogo ideale in cui investire: il sistema fiscale e il costo del lavoro nel Paese delle Aquile sono infatti ad un livello decisamente abbordabile. L’Albania è il paese balcanico con più legami storici con l’Italia, dove è maggiormente diffusa la lingua italiana, e rapporti economico commerciali con l’Italia che datano da tempo immemorabile.

* Vicinanza con l’Italia (Milano Ragusa = Milano Tirana = circa 1500 Km)
* Crescita media del PIL del 5,1% negli ultimi 9 anni
* Forza lavoro qualificata
* Tassa sugli utili che va dal 5% al 15%
* Costo della manodopera tra i più bassi dell’Europa Orientale
* Trattato sulla doppia imposizione con l’Italia
* Livello di istruzione superiore alla media UE
* Lingua italiana parlata da buona parte della popolazione
* Forti incentivi da parte del FMI e BCE per le iniziative imprenditoriali
* Presenza capillare di banche internazionali(Raiffaisen, Societè Generale) e italiane (Banca Intesa,Veneto Banca)
* Paese in pieno boom economico con ampi spazi per investimenti in vari settori.

Ma internazionalizzare prevede una analisi, innanzitutto delle capacità della propria azienda.

Sarebbe opportuno procedere con un check up aziendale, prima di avviare un processo di internazionalizzazione.

Analisi delle risorse umane
• La proprietà e il management sono convinti dell’importanza strategica del progetto di internazionalizzazione?
• Sono disposti a effettuare gli investimenti necessari per preparare l’azienda al commercio internazionale?
• Sono coscienti della necessità di avvalersi di risorse esterne per lo sviluppo delle competenze necessarie alla gestione dei mercati esteri?
• Avete persone dotate delle necessarie doti di professionalità, flessibilità, capacità di adattamento, apertura mentale, capacità di osservazione ed entusiasmo?
• Avete un’organizzazione tale da essere in grado di rispondere tempestivamente alle richieste dei clienti?
• …e di approntare tutta la documentazione tecnico – amministrativa necessaria?
• Il vostro personale è in grado di trattare correttamente in Inglese con i diversi soggetti che intervengono nella transazione?
• …è in grado di utilizzare senza problemi almeno le più comuni tecnologie elettroniche?

Analisi delle capacità di marketing
• Avete un’idea precisa degli elementi e delle condizioni che hanno decretato il successo della vostra azienda sul mercato italiano? Breve pausa di riflessione: spesso risulta difficile per le aziende rispondere a questa domanda (che tendono a liquidare la questione con un generico “Un buon prodotto a un prezzo concorrenziale” – che non spiega assolutamente nulla). Eppure, essere coscienti delle ragioni del successo della propria attività è fondamentale per valutare se tali ragioni e condizioni sono ripetibili su altri mercati e su altri paesi e per orientare le scelte strategiche aziendali.
• Conoscete le caratteristiche e le esigenze dei vostri clienti sul mercato interno?
• Conoscete i criteri di scelta che i clienti utilizzano per la scelta dei prodotti e l’importanza che attribuiscono a ciascuno di essi?
• Disponete di un sistema di raccolta delle informazioni sui clienti?
• Avete l’abitudine di raccogliere informazioni sulla solidità e sulla solvibilità dei clienti?
• Sapete chi sono i vostri concorrenti sul mercato locale? Disponete di qualche informazione su di essi
• Conoscete l’entità della quota di mercato della vostra azienda?
• Siete abituati a definire precisi obiettivi di vendita e a valutare i risultati in base al raggiungimento di tali obiettivi?
• Predisponete abitualmente budget di ricavi e di costi e li utilizzate come strumenti di gestione?
• Avete una politica di sconti ben definita?
• Avete una politica di personalizzazione dell’offerta in base alle esigenze del cliente ben definita? O siete completamente rigidi? O vi piegate a qualunque richiesta del cliente?
• Considerate la selezione degli intermediari e dei distributori un elemento chiave di rilevanza strategica o avete piuttosto un atteggiamento opportunista o addirittura passivo?
• Utilizzate le dilazioni di pagamento come leva di marketing o vi adattate passivamente alle abitudini del settore?
• Disponete di una brochure aziendale aggiornata, in inglese e realizzata professionalmente?
• Disponete di materiale illustrativo sui prodotti e sui servizi dell’azienda, in inglese e realizzati professionalmente?
• La vostra azienda ha un sito internet aggiornato, in inglese e realizzato professionalmente?

Analisi delle risorse finanziarie
• Avete stimato dettagliatamente e approfonditamente le risorse necessarie per la realizzazione del progetto di internazionalizzazione?
• Avete formalizzato le stime in un piano?
• La vostra azienda dispone di riserve finanziarie appropriate all’ampiezza del progetto?
• Avete un rapporto di collaborazione e di fiducia con la vostra banca?
• Potete reperire le risorse finanziarie necessarie all’iniziativa presso istituti di credito o altri soggetti finanziatori?
• Avete definito le politiche di copertura dei rischi finanziari legati ai mercati esteri?
• Avete individuato i soggetti che possono supportarvi nella gestione degli aspetti giuridici e fiscali?
• Avete definito delle condizioni generali di vendita che vi mettano al riparo dai rischi di insoluto?
• Siete in grado, se necessario, di gestire le transazioni in valute diverse dall’euro?
• Avete preso le misure necessarie per proteggere la proprietà intellettuale dei vostri prodotti anche all’estero?

Analisi delle risorse tecniche
• Occorre apportare delle modifiche ai prodotti della vostra azienda per renderli conformi alle esigenze dei clienti esteri o alle normative vigenti nei paesi di sbocco?
•Siete in grado di apportare tali modifiche, se necessario?
• Potete soddisfare eventuali richieste di personalizzazione dei prodotti e dei servizi, se opportuno?
• Qual è la durata di conservazione del vostro prodotto? Il tempo di trasporto potrebbe incidere negativamente su tale durata?
• L’imballaggio è adeguato ai mezzi di trasporto scelti? Potete modificarlo agevolmente, se necessario?
• Il vostro prodotto è accompagnato da una documentazione particolare? Tale documentazione è conforme alle normative dei paese in cui intendete esportare?
• Avete tradotto il materiale d’accompagnamento nella lingua dei paesi nei quali esporterete?
• Il vostro prodotto deve essere assemblato in loco da personale qualificato?
• I vostri servizi necessitano di un’assistenza post vendita? Eventualmente, come intendete fornire tale assistenza?
• Siete in grado di far fronte alla domanda aggiuntiva generata dai mercati esteri?
• In caso di aumento della domanda sul mercato interno, sareste ancora in grado di far fronte alla domanda sui mercati esteri (e viceversa)?

Per approfondire l’argomento, vi consiglio di leggere tra una settimana, “Dieci regole per pianificare l’internazionalizzazione di un’impresa” e di affidarvi a consulenti professionisti, qualificati e titolati, che hanno esperienza nel paese di destinazione e comprovati risultati di successo.

Per informazioni e consulenze gratuite su investimenti, internazionalizzazioni, delocalizzazioni, contabilità, tassazione, diritto del lavoro, ricerca, selezione e formazione delle risorse umane, non esitate a contattarci:

info@italian-network.net

+39 0808806237 Voip (gratuito)

Skype: italian.network
https://www.italian-network.net
https://albaniainvestimenti.com/

 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *