Job in Albania

Formazione in Albania

Eurostat, il 91% dei dipendenti in Albania non riceve alcuna formazione, percentuale tra le più alte in Europa.

Indipendentemente dal fatto che ci siano o meno lavori, i professionisti formati non lo fanno. La maggior parte dei dipendenti presenta carenze in termini di competenze professionali, molti dei quali frequentano programmi di formazione per rafforzare le proprie competenze o acquisire nuove competenze per adattarsi meglio al mercato del lavoro . I programmi di formazione sviluppano nuove competenze per i dipendenti, ma allo stesso tempo aumentano l’efficienza sul lavoro.

Eurostat ha pubblicato la percentuale di adulti che partecipano alla formazione, a seguito di un’indagine condotta dalla Commissione europea sulla qualità della vita. Albania, Bosnia e Romania hanno la percentuale più bassa di dipendenti che hanno ricevuto una formazione.

Di tutti gli intervistati, il 91% ha dichiarato di non aver ricevuto alcuna formazione per motivi personali. Questa era la percentuale più alta tra tutti i paesi candidati all’adesione all’Unione europea. La media UE e UE per le persone che affermano di non aver ricevuto alcuna formazione professionale (o relativa al proprio lavoro) era del 74%. Tra gli Stati membri dell’Unione europea, la più alta percentuale di mancanza di formazione professionale era la Grecia, con il 91% degli intervistati che aveva risposto di non averne preso uno e la Bulgaria era allo stesso livello.

I paesi dell’Europa settentrionale avevano la percentuale più bassa. In Svezia il 49% (meno della metà degli intervistati) ha risposto di non aver ricevuto alcuna formazione, il resto aveva guadagnato meno di una formazione professionale o relativa. In Danimarca e Finlandia, la percentuale di intervistati che non ha ricevuto alcuna formazione professionale è stata di 55 anni.

La percentuale è ancora più elevata quando si tratta di formazione non professionale, cioè non correlata al lavoro o agli studi individuali. In Albania, il 97% degli intervistati ha dichiarato di non aver mai ricevuto una formazione non professionale, di nuovo posizionandosi tra i paesi candidati, mentre la percentuale più bassa della Turchia era del 91%.

Anche per questa categoria, i paesi nordici hanno di nuovo la percentuale più bassa, che ha dato priorità alla formazione non solo per i professionisti, che sono legati al posto di lavoro o alla formazione intellettuale degli individui, ma anche a corsi di formazione non professionali.

Nell’indagine sulla qualità della vita 2016 sono stati raccolti dati comparabili e affidabili in tutta Europa e per la prima volta sono stati inclusi paesi candidati come Albania, Macedonia, Montenegro, Serbia e Turchia.

L’indagine in questi paesi ha avuto luogo nel periodo novembre 2016 – marzo 2017, con un campione selezionato a caso di 1.000 persone per i piccoli stati e 1300 per gli stati più grandi. In tutta Europa sono state effettuate 36.900 interviste.

Per informazioni e consulenze gratuite su investimenti, internazionalizzazioni, delocalizzazioni, contabilità, tassazione, diritto del lavoro, ricerca, selezione e formazione delle risorse umane, non esitate a contattarci:

info@italian-network.net

+39 0808806237 Voip (gratuito)

Skype: italian.network
https://www.italian-network.net
https://albaniainvestimenti.com

https://www.jobinalbania.com

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *