Senza categoria

Albania: I costruttori prevedono ancora un aumento dei prezzi degli appartamenti del 50%

L’aumento dei prezzi degli appartamenti non sembra intenzionato a fermarsi. Le aspettative degli imprenditori del settore edile sono che l’aumento dei prezzi continui nei prossimi mesi.

Nell’indagine sulle imprese condotta regolarmente con le imprese dalla Banca d’Albania, agli enti edili è stato chiesto quali fossero le loro aspettative di prezzo:

Come ti aspetti che cambieranno i prezzi che imposterai nei prossimi 3 mesi?

-1. Cresceranno

-2. Non cambieranno

– 3. Cadranno

Il saldo delle risposte per aprile è stato di 45, ovvero il 45% in più degli enti edili intervistati pensa che i prezzi aumenteranno, rispetto a chi pensa il contrario. Seppur in lieve calo rispetto al mese precedente (49,6), le aspettative di rialzo dei prezzi continuano a rimanere vicine ai massimi storici ( vedi grafico: Come vi aspettate che cambieranno i prezzi che imposterete nei prossimi 3 mesi? ).

Contattati da “Monitor”, i costruttori adducono come motivo principale del previsto aumento dei prezzi, il notevole aumento delle materie prime. Arben Dervishi, segretario della Builders Association, ha affermato che “i costi di costruzione sono diventati più costosi a causa dell’aumento dei prezzi dei materiali da costruzione. L’aumento maggiore è stato per il ferro dall’80 al 90% nel corso degli anni. I costi per il ferro sono aumentati da 30 a 40 euro per metro quadrato di costruzione. In aumento anche i prezzi di altri materiali da costruzione, come cemento, cemento, porte e finestre in alluminio. Ci sono stati anche aumenti di prezzo elevati per i materiali utilizzati per gli impianti elettrici. Per alcuni materiali con composizione di rame l’aumento di prezzo è anche da 2 a 3 volte superiore.

L’aumento dei costi è stato influenzato anche dall’aumento delle retribuzioni di specialisti e lavoratori edili, non solo per l’aumento del salario minimo, ma anche per l’elevata carenza di dipendenti in questo settore. Attualmente il settore delle costruzioni soffre di una significativa carenza di manodopera e specialisti. Il fenomeno si è approfondito dall’apertura dell’economia da parte della pandemia, dove molti lavoratori lavorano stagionalmente in Croazia, Italia e Germania. Attualmente uno specialista in piastrelle richiede un pagamento da 2 a 3 volte in più rispetto a prima, mentre i pagamenti giornalieri dei dipendenti variano da 2.000 a 2.500 TUTTI da 1.500 TUTTI di cui erano.

In questa situazione è imperativo che lo stato aggiorni immediatamente il manuale dei prezzi di costruzione. Si prevede inoltre di redigere un’istruzione sul riconoscimento del prezzo del ferro attraverso fatture di acquisto iniziali, a causa dell’elevato aumento del prezzo del ferro.

Arben Dervishi dell’associazione dei costruttori afferma che il costo di costruzione degli appartamenti in periferia ha raggiunto i 600 euro/mq dai precedenti 400 euro, a causa dell’aumento del prezzo delle materie prime.

“Il costo di realizzazione degli impianti nelle zone periferiche da 400 euro ha raggiunto i 600 euro/mq. A questo costo nei prezzi di vendita si aggiungono le tasse del comune che occupano l’11% del valore di vendita dell’appartamento, e del proprietario del terreno dal 35 al 50%”, afferma.

Secondo lui il costo di costruzione per gli appartamenti di centro è maggiore, mentre per la costruzione di torri il costo aumenta ancora di più dalle alte facciate.

“Le torri erette al centro sono state progettate da architetti stranieri, dove oltre alla qualità delle opere, molta importanza è stata data alla qualità della facciata. I costi per le facciate delle torri variano da 1.000 a 2.000 euro al metro quadrato a causa dell’altezza. Il costo del profitto per queste costruzioni non è molto alto, in quanto gli investimenti si estendono per molto tempo, ci sono torri che la loro costruzione dura fino a 10 anni. Essendo una costruzione allungata su così tanto tempo i costi sono anche più alti mentre il tasso di profitto non è molto alto ma ci sono anche costi non dichiarati. Il costo per le facciate degli appartamenti in centro arriva fino a 500 euro al mq.

In precedenza, la Banca d’Albania ha annunciato che i prezzi delle case hanno continuato ad aumentare nel 2021. Secondo la Banca d’Albania, l’indice Fischer dei prezzi delle case è aumentato dell’8,4% rispetto alla prima metà dell’anno e del 9% su base annua . . Questo cambiamento mostra che, soprattutto durante la seconda metà del 2021, la crescita dei prezzi delle abitazioni nel Paese ha subito un’accelerazione significativa. Tuttavia, facendo riferimento all’indagine periodica della Banca d’Albania, la crescita annua dei prezzi delle case è stata più lenta, rispetto al livello dell’11,3% nel 2020.

Secondo altri dati di Keydata. Un indice privato della società Çelësi sh.pk con il sostegno della BERS, l’aumento dei prezzi degli immobili nella capitale è continuato nel primo trimestre di quest’anno.

Nel primo trimestre del 2022 i prezzi medi sono stimati in 1.143 Euro/mq, in aumento del 3,2% rispetto alla fine dello scorso anno. Nell’area interna all’anello i prezzi raggiungono una media di 1.300 Euro/mq. Nell’area Block i prezzi hanno superato i 1.600 euro/mq. Anche al di fuori della zona del Ring, in media un appartamento costa circa 1mila euro/mq.

Per informazioni sull’Albania e consulenze gratuite su contabilità, tassazione, diritto del lavoro, investimenti, internazionalizzazioni, delocalizzazioni, ricerca, selezione e formazione delle risorse umane, immobili, trasferimenti di residenza, certificazioni, non esitate a contattarci:

albaniainvestimenti@gmail.com

+39 0808806237 Voip (gratuito)

Skype:italian.network
https://www.italian-network.net/https://albaniainvestimenti.com/

https://albaniaimmobiliare.com/

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: