Normativa fiscale

Albania: la Corte Costituzionale abolisce l’imposta del 15%

La Corte Costituzionale ha deciso di ribaltare la legge che imponeva la tassazione al 15% delle libere professioni. Secondo la decisione della Corte Costituzionale, il principio di proporzionalità e di certezza del diritto non è stato rispettato.

La nuova legge sull’imposta sul reddito ha suscitato reazioni e disaccordi da parte dei professionisti indipendenti sul modo in cui sono state calcolate le rate, senza detrarre le spese anticipate, e questo ha portato anche una marea di denunce all’amministrazione fiscale.

Da diversi mesi i liberi professionisti si oppongono al nuovo regime fiscale che grava su di loro, calcolato tra il 15 e il 23%, sostenendo che si tratta di una tassazione ingiusta nei confronti delle piccole imprese, elevata e inaccessibile per i lavoratori autonomi.

Il comunicato integrale del presidente della Corte Costituzionale:

” La Corte Costituzionale, riunitasi oggi 27.06.2024, ha valutato all’unanimità la propria competenza a riesaminare il caso e che tutti i ricorrenti (1/5 dei deputati, la Camera degli avvocati, le Associazioni dei ragionieri abilitati e degli esperti contabili abilitati IEKA e IKM) sono legittimati ad avviare il controllo costituzionale, a seconda dell’oggetto della loro richiesta.

Quanto alla fondatezza delle pretese dei ricorrenti, la Corte, senza mettere in discussione l’ampia portata della valutazione del legislatore e la sua discrezionalità in materia fiscale, ha valutato che l’articolo 69, comma 1, lettera “dh”, secondo e terzo periodo della legge n. . 29/2023 e l’articolo 4 della VKM n. 753/2023, violano la libertà di attività economica a causa del mancato rispetto del principio di certezza del diritto (nel senso di affidamento giuridico e chiarezza della norma) e del principio di proporzionalità. La Corte è giunta a questa conclusione prendendo in considerazione il regime fiscale e in particolare il fatto che l’imposta dovuta del 15% nei confronti di questa categoria di contribuenti ha cominciato ad essere applicata immediatamente senza concedere loro il tempo sufficiente per adattarsi al nuovo regime fiscale.

Come sopra, la Corte ha tenuto conto del fatto che, sebbene la legge sia entrata in vigore il 18 maggio 2023 e abbia esteso i suoi effetti dal 1° gennaio 2024, l’elenco analitico dei servizi è entrato in vigore il 23 dicembre 2023 ai sensi dell’articolo 4 della VKM n. . 753/2023, ossia a pochi giorni dall’inizio degli effetti della legge.

Inoltre, la Corte ha valutato che la prima aliquota fiscale del 15% insieme al momento della sua attuazione non supera il test di proporzionalità, in quanto non risulta essere la misura più appropriata, nelle condizioni in cui esistono altre misure alternative, che il legislatore ha stabilito che si applichino ad altre categorie di contribuenti.

All’esito dell’esame della causa, per le ragioni sopra esposte, la Corte ha deciso a maggioranza:

L’accoglimento parziale della richiesta e l’abrogazione dell’articolo 69, comma, lettera “dh”, secondo e terzo periodo della legge n. 29/2023 e l’articolo 4 della VKM n. 753/2023.

Ribaltamento delle ricerche per l’abrogazione di altre disposizioni di legge .”

Materiale preparato dal portale SCAN TV .

Per informazioni sull’Albania e Kosovo, consulenze gratuite su contabilità, tassazione, diritto del lavoro, investimenti, internazionalizzazioni, delocalizzazioni, ricerca, selezione e formazione delle risorse umane, immobili, trasferimenti di residenza, certificazioni, non esitate a contattarci:

info@italian-network.net

+39 0808806237 Voip (gratuito)

Skype:italian.network
https://www.italian-network.net/
https://albaniainvestimenti.com/

https://www.jobinalbania.com/

https://albaniaimmobiliare.com/

Roberto Laera

Roberto Laera È laureato in Scienze Aziendali presso l’Istituto Superiore di Finanza e Organizzazione Aziendale di Milano, con circa 20 anni di esperienza nell’ambito della consulenza aziendale, organizzativa risorse umane, della formazione. È senior consultant di numerose aziende nazionali e internazionali. Ha lavorato tra le altre per George S. May, Telecom Italia Learning Services, Bosch. Dal 2008 amministratore unico di IN Italian Network Sh.p.k. e Albania Investimenti Sh.p.k. con sedi a Tirana in Albania e Bari in Italia, offre consulenza all’internazionalizzazione delle imprese, fiscale, finanziaria e servizi fiduciari. È professore a contratto della Facoltà FASTIP dell’Università Aleksander Moisiu di Durazzo per la materia di “Introduction to Business”. È componente del Advisory Board dell’Università Nostra Signora del Buon Consiglio di Tirana. È delegato per l’Albania di ASSORETIPMI. È referente per i rapporti istituzionali per l’Italia dell’Albania Development Fund
Follow Me:

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *