Analisi di mercato Economia

Albania: FMI dichiara netta ripresa economica

I comunicati stampa di fine missione includono dichiarazioni di squadre del personale dell’FMI che trasmettono i risultati preliminari dopo una visita in un paese. Le opinioni espresse in questa dichiarazione sono quelle del personale dell’FMI e non rappresentano necessariamente le opinioni del Comitato esecutivo dell’FMI. Questa missione non si tradurrà in una discussione del Consiglio.
È in corso una ripresa economica, seppur soggetta a notevoli incertezze sull’evoluzione della pandemia.
La politica di bilancio nel 2021 fornisce un sostegno adeguato all’economia. Le nuove iniziative di spesa delle autorità dovrebbero essere sostenute da misure di rafforzamento delle entrate coerenti con un credibile consolidamento fiscale di medio termine, in modo da ricostruire i margini di manovra della politica di bilancio.
La politica monetaria dovrebbe rimanere accomodante dato che le pressioni inflazionistiche rimangono contenute e le aspettative di inflazione sono ben ancorate. Le riserve di capitale delle banche devono essere preservate fino a quando non sarà noto il pieno impatto della pandemia sulla qualità degli attivi.
Washington, DC: un team del Fondo monetario internazionale (FMI), guidato dalla signora Yan Sun, ha condotto una visita del personale a distanza con l’Albania dal 7 all’11 giugno. A conclusione della missione, la signora Sun ha rilasciato la seguente dichiarazione:

“L’attività economica dell’Albania nel 2020 si è contratta molto meno di quanto originariamente previsto, riflettendo un turismo nazionale e regionale più forte, sostegno politico e ricostruzione del terremoto, nonché l’assenza di un secondo blocco. Nel 2021 si prevede che la crescita riprenderà al 5,3 per cento sulla scia della ripresa dei settori colpiti dalla pandemia e della continua ricostruzione del terremoto. Tuttavia, l’incertezza sulle prospettive di crescita rimane notevole. L’inflazione complessiva è aumentata a causa dell’aumento dei prezzi internazionali delle materie prime, ma è ancora ben al di sotto dell’obiettivo della Banca d’Albania (BoA) e le pressioni inflazionistiche sono rimaste contenute.

“ Nel breve termine, la politica fiscale deve continuare a sostenere la ripresa attraverso misure temporanee e ben mirate, soggette a trasparenza e responsabilità. Sarebbe opportuno ridimensionare gli investimenti pubblici eccessivamente ambiziosi finanziati a livello nazionale per proteggere la spesa prioritaria per la protezione sociale, l’assistenza sanitaria (in particolare la vaccinazione) e la ricostruzione sismica e aumentare le riserve di emergenza. In questo contesto, l’obiettivo di disavanzo primario 2021 di 65 miliardi di Lek (circa il 3,8 per cento del PIL) fornisce ampio sostegno all’economia. Uno stimolo aggiuntivo dovrebbe essere preso in considerazione solo nel caso in cui la ripresa prevista subisca importanti battute d’arresto. Eventuali entrate straordinarie dovrebbero essere salvate. Per aiutare a ricostruire lo spazio di manovra della politica di bilancio una volta che la ripresa è su un percorso deciso,

“Una solida strategia per le entrate a medio termine dovrebbe essere adottata e attuata il prima possibile. Andare avanti con questa riforma di vecchia data dovrebbe anche aiutare a generare le risorse necessarie per raggiungere gli obiettivi di sviluppo dell’Albania. Altre riforme prioritarie che dovrebbero essere perseguite con maggiore vigore includono il miglioramento della gestione degli investimenti pubblici e il miglioramento del monitoraggio e della gestione dei crescenti rischi fiscali, in particolare da partenariati pubblico-privato, imprese statali e garanzie governative. Infine, pur giustificato all’indomani del terremoto, dovrebbe cessare il ricorso a procedure di gara restrittive per la ricostruzione ei fondi per la ricostruzione dovrebbero essere soggetti ad adeguati controlli di gestione delle finanze pubbliche.

“Sosteniamo l’atteggiamento accomodante della politica monetaria della BoA, poiché le pressioni inflazionistiche rimangono contenute e le aspettative di inflazione sono ben ancorate. Il sistema bancario è rimasto liquido e stabile. La continua vigilanza, con particolare attenzione ai crediti ristrutturati, sarà fondamentale per l’individuazione tempestiva di eventuali accumuli di vulnerabilità. La decisione del CdA di porre fine all’allentamento temporaneo delle regole di classificazione e accantonamento dei prestiti è accolta al riguardo. Per preservare le riserve di capitale delle banche fino a quando non sarà noto il pieno impatto della pandemia sulla qualità degli attivi, la BoA dovrebbe continuare a limitare la distribuzione dei dividendi bancari.

“Vorremmo ringraziare le autorità albanesi e le nostre altre controparti per le eccellenti discussioni e collaborazione”.

Per informazioni sull’Albania e consulenze gratuite su contabilità, tassazione, diritto del lavoro, investimenti, internazionalizzazioni, delocalizzazioni, ricerca, selezione e formazione delle risorse umane, immobili, trasferimenti di residenza, certificazioni, non esitate a contattarci:

info@italian-network.net

+39 0808806237 Voip (gratuito)

Skype:italian.network
https://www.italian-network.net/
https://albaniainvestimenti.com/

https://www.jobinalbania.com/

https://albaniaimmobiliare.com/

Roberto Laera

Roberto Laera È laureato in Scienze Aziendali presso l’Istituto Superiore di Finanza e Organizzazione Aziendale di Milano, con circa 20 anni di esperienza nell’ambito della consulenza aziendale, organizzativa risorse umane, della formazione. È senior consultant di numerose aziende nazionali e internazionali. Ha lavorato tra le altre per George S. May, Telecom Italia Learning Services, Bosch. Dal 2008 amministratore unico di IN Italian Network Sh.p.k. e Albania Investimenti Sh.p.k. con sedi a Tirana in Albania e Bari in Italia, offre consulenza all’internazionalizzazione delle imprese, fiscale, finanziaria e servizi fiduciari. È professore a contratto della Facoltà FASTIP dell’Università Aleksander Moisiu di Durazzo per la materia di “Introduction to Business”. È componente del Advisory Board dell’Università Nostra Signora del Buon Consiglio di Tirana. È delegato per l’Albania di ASSORETIPMI. È referente per i rapporti istituzionali per l’Italia dell’Albania Development Fund
Follow Me:

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *