Incentivi e agevolazioni

Albania COVID-19: le misure di supporto a famiglie e imprese

Albania COVID-19: le misure di supporto a famiglie e imprese

Il primo ministro Rama ha presentato un pacchetto economico esteso che contiene assistenza finanziaria per diverse categorie di settori e dipendenti colpiti dalla crisi COVID-19.

Mentre questa crisi sta colpendo l’economia ondata dopo ondata, lo è anche il governo, ha affermato il primo ministro, cercando di agire in base alle dinamiche della situazione.

“Il primo pacchetto ci ha aiutato ad alleviare il dolore di coloro che sono stati immediatamente colpiti, 123.000 famiglie con assistenza, coloro che hanno chiuso i negozi e centinaia di pensionati per ordine del governo, la cui pensione è stata indicizzata anche se le condizioni non sono ottimali “, ha affermato il Primo Ministro, mentre nel pacchetto esteso, 176 mila altri cittadini sono inclusi.

Questi individui saranno aiutati a far fronte a questi 40 giorni cruciali fino alla fine di maggio”.

Le categorie che beneficiano del nuovo pacchetto annunciato dal governo sono:

Per la categoria di 100 mila cittadini, compresi quelli che sono nelle piccole imprese e che non facevano parte del primo pacchetto, 4 miliardi di Lek e ogni individuo riceveranno direttamente $ 400.

Inoltre, per coloro che hanno perso il lavoro, circa 66 mila, daremo 2,64 miliardi di LEK e riceveranno 400 mila LEK direttamente.

Siamo a conoscenza del turismo, del tessile e tutti i produttori creeranno capitale circolante. Ma prima di venire qui, nella lista di coloro che saranno aiutati direttamente, ci sono 10 mila impiegati nel settore turistico che riceveranno 400 mila LEK, cioè 4 miliardi di altri dollari “.

 

Chiarimenti sui benefici del “Wage of War?

Il governo ha apportato alcune modifiche alla decisione sul “Wage of War”, specificando le categorie dei beneficiari. Facendo riferimento alla decisione, la domanda di assistenza finanziaria è presentata dal soggetto autonomo / dipendente. La decisione prevede che le persone che hanno più di un libro paga, quando entrambe le attività sono chiuse a seguito di misure di austerità, ricevano solo un salario minimo a titolo di assistenza finanziaria.

Nel caso in cui sia consentita solo una delle attività, l’individuo, che si trova su più di un libro paga, non riceve l’assistenza finanziaria del salario minimo.

I beneficiari dell’assistenza finanziaria sono i lavoratori autonomi/autonomi con reddito annuo fino a 14.000.000 (quattordici milioni) LEK, secondo la seguente classificazione:

  1. a) persone fisiche indipendenti;
  2. b) i familiari non retribuiti della persona fisica commerciale;
  3. c) dipendenti in persone fisiche commerciali;

ç) Dipendenti in persone giuridiche.

Nel frattempo, la decisione prevede che “i lavoratori autonomi/dipendenti che hanno realizzato un reddito lordo da oltre 2.000.000 (due milioni) LEK per il 2019 non ricevono assistenza finanziaria”.

I lavoratori autonomi e le piccole imprese con un fatturato annuo fino a LEK i 14 milioni, secondo la decisione del governo, ricevono uno stipendio di LEK 26.000 come supporto per superare le difficoltà create dalle misure preventive per la diffusione di COVID-19.

Governo posticipa il pagamento dell’imposta sugli utili per l’anno successivo! Solo una parte dell’impresa pagherà dopo il 30 settembre

Il governo ha deciso di posticipare il pagamento delle rate delle prestazioni aziendali per il prossimo anno.

Facendo riferimento alla dichiarazione del Primo Ministro, ad eccezione del sistema bancario, le società pubbliche e le società che forniscono beni di consumo essenziali che hanno avuto un aumento del carico di lavoro in questo periodo, il pagamento delle rate di profitti e perdite sarà posticipato a dopo il 30 settembre.

Nel frattempo, per i fason, il settore turistico, i call center e le piccole imprese con un fatturato fino a 14 milioni di Lek, il pagamento verrà posticipato oltre il 31 dicembre di quest’anno. Il Primo Ministro ha dichiarato che il rimborso dei pagamenti sarà effettuato in modo proporzionato, il che implica che ci sarà un’organizzazione appropriata per non sovraccaricare le imprese.

Il fondo sovrano viene introdotto come garanzia per il turismo, i fason e i produttori. Il governo si assume il costo del credito

Il fondo sovrano viene introdotto come garanzia per il turismo, i fason e i produttori. Il governo si assume il costo del credito

Il primo ministro Edi Rama ha annunciato nella presentazione del pacchetto economico esteso che un nuovo fondo sovrano sarà istituito come garanzia per il turismo, i fason e le imprese manifatturiere per un importo di 150 milioni di dollari.

Tutte le società che hanno problemi di liquidità possono ottenere prestiti dalle banche commerciali e il costo degli interessi creditizi sarà a carico del Governo.

Inoltre, per tutte le imprese, ha sottolineato il Primo Ministro, oltre alle banche, alle telecomunicazioni e alle forniture alimentari, il pagamento dell’imposta sugli utili può essere effettuato dopo il 30 giugno:

“$ 150 milioni in garanzie sovrane per il turismo, i facon e le imprese manifatturiere con condivisione del rischio tra governo e banche. Il governo si farà carico del costo degli interessi sui prestiti. Il pacchetto verrà approvato entro 48 ore e l’importo verrà consegnato dopo il 20 aprile “, ha dichiarato il capo del governo.

 

Locazione: tutte le piccole imprese non pagheranno per due mesi, anche quelle che non sono nell’elenco delle attività chiuse

Locazione: tutte le piccole imprese non pagheranno per due mesi, anche quelle che non sono nell’elenco delle attività chiuse

 

Il Consiglio dei ministri ha approvato un atto normativo su ALCUNE MODIFICHE E SEGNI NELL’ATTO NORMATIVO N. 3, DATA 15.3.2020, DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI, “PER LA SICUREZZA SECONDARIA DI QUESTE MISURE DELLE VOSTRE MISURE DA COVID-19 “, CAMBIATO.

In base a questo cambiamento, le piccole imprese non pagheranno l’affitto per due mesi anche se potrebbero non essere nell’elenco delle attività chiuse. In precedenza, l’oggetto di questo atto erano solo le imprese che erano nell’elenco delle attività chiuse.

Le altre condizioni non sono state modificate, vale a dire “Gli arretrati di questi due mesi saranno pagati dal locatario, proporzionalmente e concordati con il proprietario, dopo il maggio 2020. Per i contratti che scadono prima del 31 maggio 2020, gli arretrati sarà pagato dal locatario entro tre mesi dal 31 maggio 2020 “.

“Tutti gli inquilini, persone fisiche/giuridiche, con un reddito fino a 14.000.000 (quattordici milioni) TUTTI all’anno, che hanno un contratto di locazione notarile per lo sviluppo della loro attività economica, hanno firmato prima della dichiarazione dello stato dell’epidemia, nonostante se hanno consentito o interrotto l’attività a causa della condizione causata da COVID-19, non pagheranno l’obbligo di affitto per due mesi, aprile e maggio 2020. ”.

“Tutti gli inquilini, le persone fisiche/giuridiche, con un reddito fino a 14.000.000 (quattordici milioni) TUTTI all’anno, che hanno un contratto di locazione notarile per lo sviluppo della loro attività economica, firmato prima della dichiarazione dello status di le epidemie, indipendentemente dal fatto che siano autorizzate o vietate a causa della condizione causata da COVID-19, non pagheranno l’obbligo di affitto per due mesi, aprile e maggio 2020. ”.

Gli arretrati di questi due mesi saranno pagati dal locatario, proporzionalmente e concordati con il locatore, dopo il maggio 2020. Per i contratti che terminano prima del 31 maggio 2020, gli arretrati saranno pagati dal locatario entro tre mesi. del 31 maggio 2020.

Tutti gli inquilini designati a questo punto, che presentano un reclamo contro il proprietario a causa del mancato rispetto degli obblighi di cui sopra, contatteranno la direzione generale delle imposte attraverso la comunicazione elettronica. Gli inquilini che non rispettano questo punto devono essere multati per cinque volte l’affitto mensile. La direzione generale delle imposte ha il compito di seguire e attuare le disposizioni del presente punto e di impartire le relative istruzioni”.

Per beneficiare di quanto previsto dall’Atto Normativo in oggetto e per ulteriori decisioni del Consiglio dei ministri, di procedere come segue:

  • I locatori individui e studenti devono presentare domanda all’indirizzo e-mail: qirajaime@tatime.gov.al, secondo il Modulo n. 1 nei casi in cui il rapporto tra le parti è Individuo – Individuo o secondo il Modulo n. 2 se il rapporto tra le parti è Individuo – Contribuente. In ogni caso alla domanda si deve allegare una copia del contratto di locazione o di qualsiasi altro documento che dimostra il rapporto contrattuale.
  • Le persone fisiche / giuridiche registrate, devono fare domanda dal proprio account in e-filing, al menu “Çështjet e mia (Le mie questioni)”, caricando il Modulo di domanda n. 3, se il rapporto tra le parti è Contribuente – Contribuente o il Modulo n. 4 se il rapporto è Contribuente – Individuo. In ogni caso alla domanda si deve allegare una copia del contratto notarile di locazione.
  • Tutti i locatari di cui sopra, che vogliono presentare un reclamo perché il locatore non si attiene all’atto normativo, dopo aver completato tutte le procedure di cui sopra, possono inviare una e-mail all’indirizzo ankesa.qirajaime@tatime.gov.al, con oggetto / nome della e-mail, NIPT nel caso di persone fisiche / giuridiche registrate, e NID (numero unico di identificazione) della carta d’identità nel caso di individui o studenti, descrivendo il motivo del reclamo.

Al link di seguito, è possibile scaricare i moduli per le diverse categorie:

https://www.tatime.gov.al/d/8/45/45/1290/njoftim-mbi-menyren-e-aplikimit-per-perfitimin-e-lehtesirave-te-parashikuara-ne-aktin-normativ-nr-12-date-242020-per-qirate

 

Alla fine di maggio il governo approverà il pacchetto Financial 3 per aziende e privati! Cosa è previsto per i prossimi 45 giorni

 

Alla fine del prossimo mese, il governo introdurrà un nuovo pacchetto economico per le imprese e gli individui interessati da misure per prevenire la diffusione delle pandemie. Il terzo pacchetto dovrebbe essere presentato tra il 23 e il 25 maggio e il suo contenuto dipenderà dall’andamento della diffusione del virus in Albania.

Il primo ministro ha avvertito che gli aiuti sarebbero forniti entro la fine di maggio, quando si prevede che la curva diminuirà costantemente e potrebbe spostarsi oltre il perimetro, consentendo un normale ritorno all’attività economica ma ancora con rigide condizioni di sicurezza.

“Baby Bonus” viene effettuato a rate! Nuove procedure per ottenere assistenza finanziaria per i neonati

“Baby Bonus” viene effettuato a rate! Nuove procedure per ottenere assistenza finanziaria per i neonati

Il governo ha ulteriormente dettagliato la decisione sul bonus per bambini definendo nuove procedure di erogazione. Facendo riferimento alla decisione, l’assistenza finanziaria immediata (bonus) per il genitore / i genitori con neonati è la seguente:

-Nell’importo di 40.000 (quarantamila) LEK per la nascita del primo bambino;

-Per un importo di 80.000 (ottantamila) LEK per la nascita del secondo bambino;

-Per un importo di 120.000 (centoventimila) LEK per la nascita del terzo bambino e degli altri bambini seguenti;

-Per i genitori che danno alla luce due bambini nati contemporaneamente (gemelli), l’importo della prestazione sarà di 80.000 (ottantamila) LEK per ogni bambino;

-Per i genitori che danno alla luce più di due bambini nati contemporaneamente (terzine e più), l’importo della prestazione sarà di 120.000 (centoventimila) LEK per ogni bambino.

La decisione stabilisce che i beneficiari saranno quei genitori albanesi il cui figlio è nato fuori dal territorio ma che sono registrati in Albania, nonché gli stranieri che sono residenti legali qui.

Prestazioni immediate di assistenza finanziaria (bonus):

-parenti / genitori, cittadini albanesi per bambini nati all’interno o all’esterno del paese e registrati secondo le scadenze legali definite nella legge sullo stato civile;

genitori / genitori con altra cittadinanza, che sono residenti legali nella Repubblica d’Albania e decidono di concedere al bambino la cittadinanza albanese, secondo la legge sulla cittadinanza albanese e di registrarlo come cittadino albanese nel Registro nazionale dello stato civile.

L’assistenza finanziaria immediata è fornita sotto forma di assegno, emesso a nome della / e capogruppo e pagabile:

-35 (trentacinquemila) LEK immediatamente dopo l’emissione da parte degli istituti di servizi ospedalieri del documento “Certificato di assistenza durante il parto”;

-75 (settantacinquemila) LEK immediatamente dopo l’emissione da parte degli istituti di servizi ospedalieri del documento “Certificato di assistenza durante il parto”;

-115 (centoquindicimila) LEK immediatamente dopo l’emissione da parte degli istituti di servizio ospedaliero del documento “Certificato di assistenza alla nascita”;

– La differenza residua di 5 (cinquemila) LEK, è ottenuta dopo il completamento delle procedure di registrazione del bambino nel Registro nazionale dello stato civile.

Il valore stabilito nella Repubblica ceca viene ritirato nelle banche di secondo livello con le quali il Ministero della sanità e della protezione sociale ha stipulato accordi di cooperazione.

Il ritiro dell’assegno (Baby Bonus) viene effettuato personalmente dal genitore / genitori e la scadenza è di 1 anno civile dal giorno di nascita del bambino, per i bambini nati all’interno o all’esterno del Paese.

La decisione prevede che l’assistenza finanziaria immediata (bonus) sarà fornita a tutti i beneficiari che hanno avviato le procedure per ottenere questo vantaggio, prima dell’entrata in vigore della presente decisione.

 

Per informazioni e consulenze gratuite su investimenti, internazionalizzazioni, delocalizzazioni, contabilità, tassazione, diritto del lavoro, ricerca, selezione e formazione delle risorse umane, immobili, trasferimenti di residenza, non esitate a contattarci:

info@italian-network.net

+39 0808806237 Voip (gratuito)

Skype:italian.network
https://www.italian-network.net
https://albaniainvestimenti.com

https://www.jobinalbania.com

https://albaniaimmobiliare.com/

 

 

 

 

 

Roberto Laera

Roberto Laera È laureato in Scienze Aziendali presso l’Istituto Superiore di Finanza e Organizzazione Aziendale di Milano, con circa 20 anni di esperienza nell’ambito della consulenza aziendale, organizzativa risorse umane, della formazione. È senior consultant di numerose aziende nazionali e internazionali. Ha lavorato tra le altre per George S. May, Telecom Italia Learning Services, Bosch. Dal 2008 amministratore unico di IN Italian Network Sh.p.k. e Albania Investimenti Sh.p.k. con sedi a Tirana in Albania e Bari in Italia, offre consulenza all’internazionalizzazione delle imprese, fiscale, finanziaria e servizi fiduciari. È professore a contratto della Facoltà FASTIP dell’Università Aleksander Moisiu di Durazzo per la materia di “Introduction to Business”. È componente del Advisory Board dell’Università Nostra Signora del Buon Consiglio di Tirana. È delegato per l’Albania di ASSORETIPMI. È referente per i rapporti istituzionali per l’Italia dell’Albania Development Fund
Follow Me:

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *