News ed eventi Relazioni politiche

Al Tirana Economic Forum accolta la proposta di Italian Network

Al Tirana Economic Forum accolta la proposta di Italian Network.

Il Tirana Economic Forum si sta tenendo oggi a Tirana, dove il tema sono le sfide per lo sviluppo sostenibile in Albania. Parte di questo forum sono rappresentanti dei paesi della regione che porteranno le loro esperienze dai paesi prossimi.

Questo forum mira a fornire un’opportunità per identificare e valutare le principali sfide di crescita economica, sostenere l’adozione del settore privato con pratiche sociali innovative e identificare le misure da adottare per un’economia più competitiva in Albania e nell’Europa sudorientale.

Gli organizzatori cercano di trasformare il forum in una tradizione annuale in cui i politici più influenti si riuniranno in Albania e nella regione, aziende e intellettuali per affrontare le sfide che l’Albania e il mondo stanno affrontando.

All’apertura del forum è stato anche il sindaco del Comune di Tirana. Durante il suo discorso di apertura, il sindaco di Tirana ha accolto favorevolmente l’apertura di nuove reti alberghiere nel Paese, Mariott e Hyatt, e ha sottolineato il crescente numero di turisti a Tirana. Nella speranza di trasformare il Tirana Economic Forum in una tradizione, Veliaj ha aggiunto che i Balcani occidentali sono la parte mancante dell’Unione europea.

Durante il suo discorso, Veliaj ha annunciato che la municipalità di Tirana è alla conclusione della creazione di una nuova zona economica libera. 80 ettari per creare una zona economica nella zona di Kashar. Quest’area non sarà destinata alle fabbriche di produzione di scarpe e tessuti, ma alle aziende tecnologiche.
“L’economia di Tirana deve andare alla tecnologia”, ha detto.

Questa è la proposta su cui il nostro AD dott. Roberto Laera, ha scritto insieme al Prof. Aldo Berlinguer e all’Avv. Antonio Boccia un paper, presentato a Durazzo durante la 13 international conference di ASECU, leggibile qui https://www.academia.edu/37932151/Special_economic_areas_best_practices_for_attracting_investment_and_flexible_forms_of_employment._Economic_impact_in_Albania

Dopo di questa presentazione internazionale numerosi sono stati gli incontri con i rappresentanti del Governo albanese per promuovere la istituzione nella città di Tirana di una Zona Economica Speciale Tecnologica.

L’ultima occasione in cui il dott. Laera ha rinnovato la proposta è stato durante il convegno di presentazione del Rapporto Sulla Sussiduarietà https://www.italian-network.net/sussidiarieta-e-giovani-a-tirana/

Di seguito un estratto del suo intervento in cui si evidenzia la proposta di creare una zona economica speciale tecnologica:

“Attrarre gli investimenti esteri è importante: perché questi favoriscono gli attori economici locali, portando risorse preziose che automaticamente aumentano il ciclo virtuoso delle imprese nazionali. Al fine di favorire la crescita economica e la creazione di occupazione, molti Paesi hanno sperimentato la creazione di “zone di vantaggio” per l’insediamento di nuove imprese:

Le Zone Economiche Speciali (ZES)

aree geografiche nell’ambito delle quali un’Autorità governativa offre incentivi a beneficio delle aziende che vi operano, attraverso strumenti e agevolazioni.
Le Zone Economiche Speciali, presenti principalmente in paesi in via di sviluppo hanno come obiettivo fondamentale l’aumento della competitività delle imprese insediate, l’attrazione di investimenti diretti, soprattutto da parte di soggetti stranieri, l’incremento delle esportazioni, la creazione di nuovi posti di lavoro e il più generale rafforzamento del tessuto produttivo, attraverso stimoli alla crescita industriale e all’innovazione.

Parchi Tecnologici che promuovano la cultura dell’innovazione e la competitività delle imprese associate e delle altre istituzioni coinvolte, stimolano e gestiscono i flussi di conoscenza tra università, centri di ricerca, aziende e mercati, facilitando la creazione e la crescita di imprese innovative attraverso processi di incubazione e supporto agli spin-off, oltre alla fornitura di altri servizi ad elevato valore aggiunto.

Un Distretto per l’innovazione sviluppato nella città di Tirana, potrebbe essere definito come un ecosistema di innovazione top-down costruito in base a modelli multidimensionali di innovazione tesi a rafforzare la competitività dell’ area cittadina.

Tutto ciò, tenendo conto delle caratteristiche economiche, della bassa pressione fiscale albanese, della flessibilità dei contratti di lavoro, potrebbe costituire una valida premessa perché i modelli di attrazione degli investimenti, già messi in pratica da altri Paesi, possano favorire lo sviluppo economico, tecnologico e culturale della Repubblica d’Albania e quindi dare risposta a quei giovani che hanno come unico obiettivo l’emigrazione verso paesi del nord Europa o degli Stati Uniti.”

Pertanto ci riteniamo molto soddisfatti che i nostri suggerimenti siano stati accolti e di aver dato un contributo, se pur piccolo, alla crescita del Paese.

Continuiamo e continueremo a farlo a piccoli passi e con il nostro lavoro quitidiano.

Durante il forum, si terranno discussioni su vari argomenti come: Cambiamenti globali, impatto sull’Albania e la Regione; La sfida per una crescita sostenibile; così come infrastrutture, energia e connettività, un driver per la prosperità a lungo termine.

Per informazioni e consulenze gratuite su investimenti, internazionalizzazioni, delocalizzazioni, contabilità, tassazione, diritto del lavoro, ricerca, selezione e formazione delle risorse umane, non esitate a contattarci:

info@italian-network.net

+39 0808806237 Voip (gratuito)

Skype: italian.network
https://www.italian-network.net
https://albaniainvestimenti.com

https://www.jobinalbania.com

 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *