Normativa fiscale

1 settembre 2020 cambia il modo di fatturare in Albania

Dal 1 settembre 2020 cambierà radicalmente il modo di fatturare in Albania

Il processo di trasformazione, che costringerà le aziende con fatturato oltre gli 8 milioni di Lek a partire da settembre di quest’anno, e altri dal 1 ° gennaio, a segnalare le vendite giornaliere secondo una nuova tecnologia, ha iniziato a concretizzarsi in Albania, come avevamo già accennato in questo articolo

https://www.italian-network.net/albania-novita-sulla-fatturazione-elettronica/

Dopo aver estratto le istruzioni, i produttori / manutentori della soluzione software saranno già certificati.

Nell’ambito del proseguimento del processo di imposizione fiscale, la direzione generale del Fisco notifica a tutte le entità nel campo dell’informatica, l’istituzione della commissione congiunta per la certificazione dei produttori / manutentori di soluzioni software.

Ai sensi del DCM n. 239, datato 20.03.2020 “Sui requisiti tecnici e funzionali della soluzione software per la procedura di fatturazione e di tassazione, nonché sulla procedura e i criteri per la registrazione di produttori e gestori di soluzioni software”, ha firmato un ordine congiunto tra la direzione generale delle imposte e l’Agenzia nazionale della società dell’informazione per le nomine alla commissione di certificazione congiunta, creando così l’opportunità per l’applicazione e la certificazione di qualsiasi entità interessata.

Accompagnato da un’istruzione comune, è stato firmato un regolamento congiunto sulla specifica delle procedure di certificazione al fine di chiarire tutte le fasi del processo di certificazione, dalla domanda alla ricezione del certificato.

Ai sensi del presente regolamento, il gruppo di lavoro congiunto con specialisti è incaricato in base ai rispettivi settori che esaminerà i requisiti di ciascun richiedente, i dati e la documentazione presentata nonché la soluzione software stessa.

Sottolineiamo che la domanda di certificazione viene eseguita presso l’Agenzia nazionale della società dell’informazione attraverso la piattaforma di interazione del governo e-Albania.

L’Amministrazione fiscale incoraggia tutte le parti interessate a richiedere la certificazione, diventando così parte del processo di tassazione molto importante.

Quando inizia l’implementazione ?

In particolare, la legge sulla tassazione prevede che per le transazioni in contanti da parte dei contribuenti soggette all’imposta sul valore aggiunto e all’imposta sul reddito con un reddito annuo di oltre 8 milioni di lek, iniziano il 1 settembre 2020.

Per le transazioni in contanti da parte dei contribuenti soggette all’imposta sul valore aggiunto e all’imposta sugli utili semplificata con un reddito annuo di oltre 2 milioni di lek, gli effetti di questa legge inizieranno il 1 ° gennaio 2021.

Per le transazioni in contanti da parte dei contribuenti soggette all’imposta sugli utili semplificata con un reddito annuo fino a 2 milioni di lek, gli effetti di questa legge iniziano il 1 ° gennaio 2021 e per le transazioni senza contanti tra contribuenti ed enti pubblici, gli effetti di questa la legge inizia il 1 gennaio 2021.

Infine, per le transazioni senza contanti tra i contribuenti, gli effetti di questa legge iniziano il 1 ° luglio 2021.

Il Ministero delle finanze ha pubblicato l’istruzione “Sulla fattura e sul sistema di monitoraggio della circolazione”, che determinerà le regole e le procedure per l’emissione della fattura e l’attuazione della procedura di tassazione, sulla base del nuovo sistema che dovrebbe entrare in vigore il 1 ° settembre. per le grandi imprese e dal 1 ° gennaio del prossimo anno per le piccole imprese.

La decisione determina:

a) La registrazione di produttori e manutentori di soluzioni software per l’implementazione della procedura di tassazione delle transazioni in contanti e senza contanti e per la fattura accompagnatoria;

b) La registrazione di produttori e manutentori di soluzioni software per la registrazione di pagamenti senza contante sotto forma di fatture elettroniche;

e c) La procedura di certificazione per la risoluzione del software

Chi ha l’obbligo di installare e / o utilizzare la soluzione software ?

La decisione stabilisce che i contribuenti che emettono fatture per la fornitura di beni e servizi, che accompagnano le fatture per il trasporto di merci da un luogo all’altro nel territorio della Repubblica d’Albania, senza cambio di proprietà, e i contribuenti che operano in settori specifici di le imprese, secondo la decisione pertinente del Consiglio dei ministri, sono obbligate a utilizzare la soluzione software certificata sotto forma di una singola applicazione, un sistema informatico integrato o un’applicazione Cloud, che consente:

a) la creazione di una fattura, una fattura di accompagnamento e il posizionamento di tutti gli elementi necessari;

b) la validità dell’operatore che emette la fattura o la fattura accompagnatoria;

c) invio sicuro dei dati al sistema centrale, utilizzando il certificato elettronico;

ç) emissione e ricezione di fatture elettroniche;

d) trasmissione automatica dei dati all’amministrazione fiscale e ricezione del messaggio di conferma da parte dell’amministrazione fiscale, previa verifica automatica di ogni singola fattura o fattura accompagnatoria;

dh) archiviazione dei dati della fattura o delle fatture di accompagnamento;

e) generazione del numero di sicurezza dell’emittente della fattura (NSLF) e del numero di sicurezza dell’emittente della fattura di accompagnamento (NSLFSH);

ë) generazione del codice QR;

f) stampa della fattura o semplicemente del codice QR, nelle situazioni definite dalla legge “Sulla fattura e sul sistema di monitoraggio del traffico”;

g) registrazione dei depositi di denaro;

gj) assicurare lo scambio di dati in tempo reale e con autenticazione sicura delle attrezzature fiscali esistenti e del sistema di tassazione;

h) altre misure nel processo di imposizione fiscale ai sensi della legge “Sul sistema di fatturazione e monitoraggio”.

Le banche, gli istituti finanziari non bancari e altre entità che forniscono servizi di pagamento elettronico delle fatture sono tenuti a utilizzare apparecchiature elettroniche e soluzioni software certificate sotto forma di una singola applicazione, di un sistema informatico integrato o di un’applicazione. Cloud, che consente la certificazione elettronica, la trasmissione automatica dei dati nell’amministrazione fiscale e la ricezione del messaggio di conferma da parte dell’amministrazione fiscale dopo la verifica automatica del messaggio riguardante i pagamenti effettuati tramite una fattura elettronica.

REGISTRAZIONE DI PRODOTTI SOFTWARE E BENEFICIARI

Ogni persona giuridica, albanese o straniera, al fine di esercitare l’attività di produttore e / o manutentore della soluzione software, deve soddisfare i criteri indicati nella presente decisione. Prima dell’inizio dell’attività di fornitura di servizi o servizi di manutenzione di soluzioni software nel territorio della Repubblica d’Albania, i produttori e manutentori di software devono essere registrati elettronicamente nel registro dei produttori o manutentori di software. di AKSHI.

La domanda per ottenere un certificato viene effettuata elettronicamente, attraverso il portale e-Albania, prima di offrire e vendere la soluzione software al contribuente, vale a dire prima di fornire i servizi di manutenzione. Se il produttore o il manutentore della soluzione software è uno straniero che non è registrato nella Repubblica d’Albania, deve registrarsi nel registro di commercio secondo la legislazione albanese.

Questo sistema cambierà radicalmente il modo in cui le aziende emettono le bollette, nonché la tecnologia che useranno. Le aziende dovranno disporre di una connessione Internet permanente, nonché di soluzioni software certificate, che realizzano la firma elettronica mediante un certificato elettronico, la comunicazione in tempo reale con il sistema informativo centrale dell’amministrazione fiscale attraverso la creazione e lo scambio. di un messaggio XML basato sul contenuto dei dati di vendita.

Le disposizioni di questa istruzione sono applicate da tutti i contribuenti che emettono fatture in conformità con la Legge e la legislazione in vigore in materia di imposta sul valore aggiunto e determinano gli obblighi per l’emissione della fattura, l’attuazione della procedura di imposizione in tempo, nonché altri obblighi.

Questa istruzione è attuata da enti pubblici, che sono tenuti ad accettare fatture elettroniche, ai sensi dell’articolo 25 della Legge, e se svolgono anche attività economiche, secondo la legislazione in vigore per l’imposta sul valore aggiunto che sono considerate persone imponibile, si applicano anche gli obblighi di cui al punto 1 di questo articolo.

Questa istruzione è applicata anche da banche, istituti finanziari non bancari e altre entità che forniscono servizi di pagamento elettronico delle fatture, con l’obbligo di notificare i pagamenti ai sensi dell’articolo 37 della legge e quando effettuano cessioni imponibili ai sensi della legislazione applicabile sull’imposta sul valore aggiunto. che sono considerati soggetti passivi.

I contribuenti che devono emettere una fattura

1. I contribuenti che emettono fatture sono tutte le persone fisiche e giuridiche che sono contribuenti dell’imposta sugli utili, dell’imposta sugli utili semplificata e / o dell’imposta sul valore aggiunto (IVA), compresi i soggetti passivi, soggetti al regime ( schema) delle piccole imprese secondo la legislazione in vigore per l’imposta sul valore aggiunto, indipendentemente dal fatturato annuo realizzato nell’anno precedente o in quello attuale.

Ad esempio, le banche o altri istituti finanziari non bancari sono anche considerati contribuenti che emettono fatture se sono soggetti all’imposta sugli utili e svolgono altre attività che non sono esenti dall’obbligo di emettere una fattura, secondo la legislazione in vigore in materia di imposta sul valore aggiunto. . 2. Le organizzazioni senza scopo di lucro, le unità di attuazione dei progetti, gli enti pubblici centrali e locali, le organizzazioni politiche e altri organismi simili devono emettere fatture, se svolgono attività economiche.

3. Per emettere fatture ed eseguire il processo di imposizione fiscale, i contribuenti che emettono fatture ai sensi dell’articolo 4 della legge, prima dell’emissione della fattura, devono:

a) fornire le condizioni per l’uso della soluzione software, ai sensi dell’articolo 21 delle presenti istruzioni e ricevere il certificato elettronico dall’agenzia nazionale della società dell’informazione (NAIS); b) fornire informazioni su tutti i luoghi di attività in cui svolgono attività commerciali, ai sensi dell’articolo 17 della presente istruzione;

c) fornire informazioni agli operatori che emettono fatture, conformemente all’articolo 18 della presente istruzione;

ç) fornire informazioni per il manutentore della manutenzione della soluzione software, secondo l’articolo 19 di questa istruzione;

d) registrare apparecchiature di fatturazione elettronica per l’emissione di fatture per pagamenti in contanti, ai sensi dell’articolo 17 della presente istruzione.

4. Il contribuente che emette una fattura, oltre all’obbligo di cui al punto 3 del presente articolo, al fine di attuare la procedura di imposizione fiscale, prima di iniziare l’emissione della fattura, deve inoltre fornire:

a) connessione Internet permanente;

b) soluzione software certificata, che realizza la firma elettronica mediante un certificato elettronico, comunicazione in tempo reale con il sistema informativo centrale dell’amministrazione fiscale creando e scambiando un messaggio in formato XML, nonché stampando la fattura incluso il codice QR.

5. Il contribuente che emette una fattura, oltre all’obbligo di cui al punto 3 del presente articolo, al fine di attuare la procedura di tassazione per la registrazione delle vendite tramite apparecchiature self-service (distributori automatici), prevede:

a) connessione Internet permanente;

b) soluzione software certificata, che realizza la firma elettronica mediante un certificato elettronico, comunicazione in tempo reale con il sistema informativo centrale dell’amministrazione fiscale creando e scambiando un messaggio XML basato sul contenuto dei dati di vendita .

I contribuenti che sono esenti dall’obbligo di emettere una fattura

1. Ai sensi dell’articolo 5 della legge, i contribuenti che sono esenti dall’obbligo di emettere e tassare fatture per le forniture che effettuano, sono i seguenti:

a) i produttori agricoli, siano essi o meno, soggetti al regime di compensazione conformemente alla normativa IVA;

b) i contribuenti che vendono biglietti o abbonamenti per il trasporto di passeggeri nel settore del trasporto pubblico urbano all’interno della città (autobus) in conformità con la decisione delle unità di autogoverno locali, se questo biglietto o abbonamento viene venduto ai passeggeri direttamente dal conducente o da una persona di autorizzato;

c) le persone fisiche registrate nell’amministrazione fiscale come “ambulanze”.

2. Ai sensi dell’articolo 97 della legge sull’imposta sul valore aggiunto nella Repubblica d’Albania, l’emissione di una fattura non è richiesta nel caso di servizi esenti da IVA, secondo le lettere da “a” a “e” dell’articolo. 53 di questa legge. Ad esempio, le banche e altri istituti non finanziari non sono tenuti a emettere fatture per la prestazione di servizi esclusi dalla normativa IVA.

3. Le persone di cui ai paragrafi 1 e 2 del presente articolo non hanno l’obbligo di registrare la sede dell’attività commerciale, gli operatori, il produttore e il manutentore della soluzione software o di adempiere a qualsiasi altro obbligo, ai sensi della legge. . Tuttavia, se oltre a queste attività escluse svolgono anche altre attività per le quali sono obbligati a emettere una fattura ai sensi della Legge, sono tenuti a emettere fatture e ad applicare la procedura di tassazione per tali altre attività, non escluse. e adempiere a tutti gli obblighi previsti dalla Legge. I contribuenti di cui al punto 1, lettera “b” devono comunicare all’amministrazione fiscale l’importo totale dei biglietti venduti ogni giorno per i quali non è stata emessa e tassata alcuna fattura individuale,

4. Quando un individuo effettua una vendita casuale, ad esempio la prestazione di un servizio casuale e non ripetuta a un contribuente, vende oro o altri oggetti personali, se la transazione è semplicemente l’esercizio del diritto di proprietà da parte del suo titolare e non è registrato nel registro di commercio, quindi l’acquirente, che è un contribuente che emette fatture, emette un’autoimposta senza calcolare l’IVA nel caso di acquisti da parte di persone non registrate.

Attrezzature fiscali e soluzioni software per l’implementazione della procedura di tassazione

1. La soluzione software per la procedura di imposizione fiscale indica il programma appropriato per l’attuazione della legge e di queste istruzioni utilizzate dal contribuente e che è certificato dal NAIS e dall’amministrazione fiscale centrale.

1.2. La soluzione software per i pagamenti in contanti contiene i seguenti servizi

fiscalizzazione:

a) registrazione di un dispositivo elettronico di fatturazione;
b) registrare il valore iniziale del denaro in contanti e le variazioni durante il giorno;
c) tassazione delle fatture emesse.
1.3. La soluzione software per pagamenti senza contanti contiene un servizio fiscale per la fatturazione.

1.4. La soluzione software per apparecchiature self-service (distributori automatici) contiene un servizio fiscale per la registrazione di apparecchiature self-service e la tassazione dei dati di vendita.

1.5. Le specifiche tecniche per la soluzione software sono pubblicate sul sito Web dell’amministrazione fiscale.

1.6. Non è richiesta alcuna memoria fiscale specifica (WORM) per il processo di tassazione. Tuttavia, ogni fattura emessa deve essere archiviata dal contribuente che emette la fattura, nel suo sistema di informazione elettronica (in memoria dei dispositivi elettronici utilizzati per emettere fatture, o su un altro server o in memoria esterna) durante il periodo di deposito specificato nella legge sull’imposta sul valore aggiunto nella Repubblica d’Albania, per garantire che la fattura possa essere presentata, se necessario, entro un termine ragionevole, nello stesso modo richiesto immediatamente, anche nel caso successivo al processo di conversione, in forma leggibile o stampata.

Dovrebbe essere possibile verificare che le informazioni tra il file elettronico originale e il documento leggibile non siano cambiate.

LINK COMPLETO: https://qbz.gov.al/eli/fz/2020/64/2e471568-415e-4c3e-81f3-bf6b755ec1ba

Per informazioni e consulenze gratuite su contabilità, tassazione, diritto del lavoro investimenti, internazionalizzazioni, delocalizzazioni, ricerca, selezione e formazione delle risorse umane, immobili, trasferimenti di residenza, non esitate a contattarci:

info@italian-network.net

+39 0808806237 Voip (gratuito)

Skype:italian.network
https://www.italian-network.net/
https://albaniainvestimenti.com/

https://www.jobinalbania.com/

https://albaniaimmobiliare.com/

Roberto Laera

Roberto Laera È laureato in Scienze Aziendali presso l’Istituto Superiore di Finanza e Organizzazione Aziendale di Milano, con circa 20 anni di esperienza nell’ambito della consulenza aziendale, organizzativa risorse umane, della formazione. È senior consultant di numerose aziende nazionali e internazionali. Ha lavorato tra le altre per George S. May, Telecom Italia Learning Services, Bosch. Dal 2008 amministratore unico di IN Italian Network Sh.p.k. e Albania Investimenti Sh.p.k. con sedi a Tirana in Albania e Bari in Italia, offre consulenza all’internazionalizzazione delle imprese, fiscale, finanziaria e servizi fiduciari. È professore a contratto della Facoltà FASTIP dell’Università Aleksander Moisiu di Durazzo per la materia di “Introduction to Business”. È componente del Advisory Board dell’Università Nostra Signora del Buon Consiglio di Tirana. È delegato per l’Albania di ASSORETIPMI. È referente per i rapporti istituzionali per l’Italia dell’Albania Development Fund
Follow Me:

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *